Vai al contenuto

la dieta antinfiammatoria

Considereresti le diete antinfiammatorie utili nel trattamento dell’infiammazione cronica, come spesso vengono chiamate dai professionisti del settore medico? Di seguito sono elencati alcuni suggerimenti che potrebbero esserti utili.

La dieta antinfiammatoria è buona per cucinare?
Sarebbe ancora meglio se consumassi cibo biologico invece di quello della grande distribuzione, dal momento che il cibo coltivato biologicamente è di qualità ancora superiore. Il tuo metodo di cottura preferito è bollire, grigliare o friggere il cibo invece di cambiarlo semplicemente ogni giorno.

Limitare gli alimenti che causano infiammazione
Le diete antinfiammatorie si basano su un’alimentazione sana e completa ad ogni pasto. Puoi ottenere informazioni più specifiche sulle raccomandazioni dietetiche da un operatore sanitario o da un nutrizionista. In genere, però, è bene limitare il consumo di cibi fritti, bevande zuccherate, farine raffinate, formaggi grassi e dolci poiché l’infiammazione è causata da questi alimenti.

Cibi che riducono l’infiammazione?
La dieta antinfiammatoria può essere utilizzata da persone che soffrono di condizioni come artrite e psoriasi o da persone che cercano di aderire a determinate abitudini alimentari associate a queste malattie. Gli alimenti principali di questa dieta, come li definiresti?

Frutta e verdura di stagione, cereali integrali (orzo, farro, frumento, riso integrale), olio extra vergine di oliva, tonno selvatico, semi di lino e alcune spezie come la curcuma. Per rendere la tua salute il più chiara possibile, mangia legumi, soia, noci e bevi molta acqua (oltre a tisane e tisane contenenti erbe).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.