Vai al contenuto

grana padano dieta

Come prodotto caseario italiano, il Piacentino, detto anche Grana Padano, proviene dalle valli dell’Adda, del Mincio e del Po e ha le sue origini a nord di Milano.

Dal 1996 Grana Padano e Parmigiano Reggiano sono marchiati come prodotti DOP (Denominazione di Origine Protetta). Formaggio di latte vaccino, questo formaggio è granuloso e duro, ed è fatto in grandi forme di oggetti rotondi dopo una forte stagionatura. La crosta giallo scuro di un prodotto marchiato esternamente ne indica le caratteristiche (una sorta di garanzia di qualità).

Aspetti della nutrizione

Le note caratteristiche del Grana Padano di essere uno dei formaggi più digeribili disponibili nella sua categoria (formaggio) non si traducono nel vederlo come un alimento facilmente digeribile. La sua composizione nutrizionale è la seguente:

Anche se il lattosio deriva dal latte, si verifica una carenza di lattosio
Le proteine ​​biologicamente importanti sono abbondanti
Fosforo e calcio sono abbondanti nel terreno
La riboflavina (vitamina B2) è abbondante in questo alimento
(pro-vit. A) Contenuto di equivalenti di retinolo
Questo prodotto ha un contenuto di grassi medio (almeno il 32% di sostanza secca), perché è latte vaccino parzialmente scremato
Alti livelli di colesterolo
Calorie in abbondanza
Assunzione di sodio troppo alta
L’aggiunta di glutammato di sodio (un esaltatore di sapidità).

A causa di questo processo, il disaccaride nel latte viene convertito in lattosio dai microrganismi, il che spiega il suo basso contenuto di lattosio. Poiché le proteine ​​della carne bianca sono parzialmente idrolizzate e meno digeribili delle proteine ​​del latte, hanno un alto valore biologico.

Il valore nutritivo del formaggio diventa più concentrato man mano che invecchia conservando il suo contenuto di calcio, fosforo, riboflavina e retinolo. Questo processo di diminuzione dell’idratazione (cagliatura, salatura e stagionatura) rilascia questi nutrienti.

Il suo contenuto di sodio e di glutammato si traduce in una durata di conservazione molto breve.
Il Grana Padano può essere inserito in qualsiasi dieta, sia come primo piatto (5-10 g) che come piatto unico (170-80 g), in maniera regolare o occasionale. Calcio e riboflavina sono le principali funzioni che svolge nella fase di crescita.

Tuttavia, il prodotto contiene alti livelli di sodio (che potrebbe contribuire all’ipertensione arteriosa), colesterolo (che può esacerbare l’ipercolesterolemia) e glutammato (che è noto per scatenare reazioni allergiche e ipersensibilità).

Descrizione delle caratteristiche fisiche e organolettiche del Grana Padano

Il Grana Padano va spezzato invece che tagliato, e questo va fatto con un apposito coltello/punteruolo. Va dal colore paglierino al giallo paglierino (nelle varietà più stagionate). Un sottofondo sapido esalta l’eleganza del Grana Padano come aroma.

La grattugia può essere utilizzata come ingrediente in svariate ricette; serve come base da grattugia per antipasti, primi piatti e contorni. Inoltre, può essere utilizzato per l’impasto ed è un componente da grattugia nell’impasto. Il formaggio è anche un ottimo abbinamento gastronomico oltre che un ottimo formaggio da tavola.

Pur rimanendo fedele alle antiche tradizioni monastiche, la ricetta del Grana Padano è stata modificata per mantenerlo igienico e sanitario (dove necessario).

La vacca frisone (Black Pezzate) ha dominato la produzione di latte (finora); La principale fonte di alimentazione di queste mucche è costituita da foraggi conservati o pascoli verdi, forniti sia dalle coltivazioni aziendali sia dalla zona di produzione del latte Grana Padano. La mungitura va eseguita più volte al giorno, a seconda della disciplina seguita.

Durante il processo di affioramento, parte del grasso evapora naturalmente, dando ai casari il latte parzialmente scremato. Una caldaia in rame della capacità di 1.000 litri viene utilizzata per realizzare la cagliata di Grana Padano in due modi. Segue la rottura dei pezzi di cagliata, lo spurgo della cagliata e il riscaldamento della cagliata a 55°C.

Il composto viene impresso con i marchi di origine utilizzando uno stampo speciale per un minimo di 48 ore. Successivamente è necessario un mese di salamoia. Sono posti in stanze dove la temperatura e l’umidità sono stabili, 18-20 C e 85% fino a completa maturazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.