Vai al contenuto

erbe per dimagrire

Qui discutiamo potenti aiuti dietetici-comportamentali, combinati con aiuti naturali per la perdita di peso, per fornire i risultati più efficaci.

I rimedi per la perdita di peso si dividono grosso modo in quattro gruppi: quelli che riducono la ritenzione idrica, quelli che promuovono la produzione di serotonina, quelli che aumentano il metabolismo e quelli che stimolano la produzione di diuretici.

Non si fa menzione nell’articolo di chitosano (che riduce l’assorbimento dei grassi), garcinia cambogia (pericarpo del frutto che diminuisce la sintesi dei grassi e aumenta la sazietà), o banaba (che abbassa i livelli di zucchero nel sangue).

Sostanze stimolanti
Gli ingredienti in questa lista includono arancia amara (frutto acerbo), cacao, caffè (semi), capsaicina, guaranà (semi), matè (foglie), puoi cercare yohimbe (corteccia dello stelo), tè nero (foglie), tè verde (foglie) ed efedra (parti aeree) online.

Questi tipi di rimedi sono popolari nell’industria sportiva per le loro proprietà dimagranti e stimolanti. Questo tipo di stack (comunemente chiamato stack) combina effetti anoressici con effetti tonici (riduce la fame) ed effetti metabolici e termogenici.

Ci sono diversi effetti noti e potenzialmente pericolosi associati all’uso eccessivo di queste erbe, come la psico-psico-neurosi (ansia, insonnia, palpitazioni) e le disfunzioni cardiovascolari (tachicardia, palpitazioni, ipertensione). Inoltre, dopo un breve periodo di tempo, i loro effetti dimagranti di solito diminuiscono a causa della dipendenza.

Si sconsiglia di assumere un dosaggio a volte superiore alla dose suggerita, o per più di 4-5 settimane. Queste erbe dimagranti non dovrebbero essere assunte da chi soffre di ipertensione, diabete, ulcera peptica o problemi cardiovascolari in generale.

Drenante/diuretici
Asparago (rizoma, radici), betulla (foglie), ciliegio (steli di frutta), equiseto (parti aeree), frassino (foglie e semi), erba (rizoma), mais (barbe di mais), olmaria (fiori), ortosifoni frondosi ( foglie), ononidi (radici), ortiche (radici), pilosella (parti aeree).

Ecco le piante che abbiamo: verga d’oro (sommità fiorite), tarassaco (radici), pungitopo (parti particolate) e prezzemolo (rizomi).

I diuretici non sono considerati farmaci efficaci per la perdita di peso nonostante il fatto che possano causare una significativa perdita di peso. I metodi di pulizia a base di erbe utilizzati per purificare il corpo sono efficaci per rimuovere le tossine in eccesso anche se la maggior parte della perdita di peso proviene da liquidi e non da grasso.

Le persone che perdono peso rilasciano i loro linfonodi e il loro flusso sanguigno di molte di queste sostanze nocive. Inoltre, chi soffre di cellulite e chi soffre di insufficienza venosa da lieve a moderata può beneficiare degli effetti diuretici dello spironolattone, che aiuta a ridurre l’edema alle gambe.

I seguenti consigli mostrano come e quando utilizzare le tisane disidratanti per evitare conseguenze drastiche dovute alla loro capacità di fornire liquidi e minerali contemporaneamente. Bere una o due tazze di tè al giorno, o due o tre tazze durante le occasioni speciali, è di solito la norma.

Impianti che accelerano il metabolismo
Un certo numero di farmaci sono derivati ​​dalla quercia marina (fucus) e dalle alghe.

In parte, le alghe sono una ricca fonte di iodio, che contribuisce alla produzione di ormoni tiroidei, che fungono da stimolatori metabolici. Inoltre, le alghe sono ricche di vitamine, minerali e fibre che aumentano la sazietà.

È possibile soffrire di ipertiroidismo, disfunzione tiroidea, irritabilità, tremori, vampate di calore, tachicardia, insonnia e ipertensione arteriosa se si assume questo medicinale in grandi dosi. Qualsiasi erba dimagrante dovrebbe generalmente essere discussa con il medico per garantirne la sicurezza.

Integratori contenenti fibre e mucillagini
Crusca, gomma di guar, gomma di karaya, semi di psillio, pectina, glucomannano, pectina per la precisione; farina di Konjac; algin; e l’acido alginico fanno tutti parte di questo menu di farmaci.

Mantengono normali livelli di glucosio nel sangue, prevenendo l’iperglicemia causata da ipoglicemia reattiva aumentando il senso di sazietà e rallentando l’assorbimento dei nutrienti. Il consumo massiccio di crusca, soprattutto durante la crescita, negli anziani, nei soggetti debilitati, così come nelle donne in gravidanza, diminuisce l’assorbimento intestinale di minerali essenziali, in particolare calcio, zinco, magnesio e fosforo. In questo caso è fondamentale integrare la dieta con vitamine e minerali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.