Vai al contenuto

Dieta senza zuccheri: i migliori alimenti e linee guida

Che ne dici di ridurre il consumo di zucchero o eliminarlo dalla tua dieta? Il tuo successo è il nostro obiettivo.

Ci sono molti modi diversi per dire “senza zucchero”. Sebbene la dieta senza zucchero significhi eliminare lo zucchero industriale per alcune persone, non significa eliminare tutti gli zuccheri per altri.

In questa pagina scoprirai come e perché conviene bere meno zucchero, cosa significa zucchero per definizione, e dove si trova lo zucchero. Inoltre, abbiamo incluso alimenti senza zucchero nella nostra lista della spesa in modo che tu possa includerli nella tua lista della spesa.

Puoi scaricare un elenco dei 100 alimenti assolutamente gratuito per il download (PDF). In chiusura, di seguito troverete 11 consigli per smettere di zucchero.

Zucchero negli alimenti: come posso dirlo?
Quando acquisti prodotti senza zucchero, devi guardare attentamente il tuo acquisto. Oltre agli alimenti trasformati (cole, limonate, tè freddo), prodotti da forno e dolci, in alcune bibite zuccherate sono presenti anche zuccheri liberi.

Nella maggior parte dei casi, uno sguardo alla confezione può dirti quanto zucchero c’è in un alimento poiché i produttori di alimenti devono fornire sette valori nutrizionali in forma tabellare, incluso lo zucchero, da dicembre 2016.

Il consumatore tipo potrebbe non essere consapevole che lo zucchero è presente negli alimenti. Per mascherare lo zucchero libero, nelle liste degli ingredienti vengono utilizzati nomi diversi, che a prima vista fanno sembrare che non ci sia nulla di dolce. Per evitare che gli elementi finiscano in -osio, è necessario seguire la regola di base.

Una dieta senza zucchero dovrebbe evitare i seguenti ingredienti:

Ci sono molte parole che finiscono con “-ose” (tranne il dolcificante saccarosio): glucosio, saccarosio, destrosio, raffinosio, fruttosio, maltosio, lattosio

La nostra selezione di malti comprende maltosio, estratto di malto, malto d’orzo ed estratto di malto d’orzo.
Uno zucchero presente nell’uva, nelle mele e nel glucosio.
All’interno dei prodotti alimentari possono essere utilizzate le seguenti destrine: maltodestrina, destrina di frumento.
Esistono vari tipi di sciroppi, tra cui fruttosio, glucosio, fruttosio e sciroppi di glucosio, sciroppo di amido, sciroppo d’acero, sciroppo di caramello e sciroppo d’agave.
Oltre al lattosio e allo zucchero del latte, anche il latte scremato in polvere e il siero di latte in polvere dolce sono prodotti lattiero-caseari.
Gli ingredienti dolci includono zucchero candito e miele.
In questo modo, l’elenco degli ingredienti può essere utilizzato come guida.

Un ingrediente aggiunto in un prodotto significa che contiene più ingredienti. Ne consegue che lo zucchero, primo, secondo o terzo della lista, è presente in grandi quantità.

Come funziona lo zucchero?

C’è più di una faccia allo zucchero. Per capire perché mangiare senza zucchero è salutare, esaminiamo prima cosa significa veramente zucchero. In generale, lo zucchero è spesso usato in chimica per descrivere i carboidrati.

Le molecole di carboidrati sono prodotte dalle molecole di zucchero (glucosio, fruttosio e galattosio); e molecole di zuccheri complessi, che sono prodotti dalle molecole di amido, gli zuccheri doppi (saccarosio, lattosio, maltosio) possono essere convertiti anche in polisaccaridi (amido, glicogeno) oltre che in polisaccaridi (raffinosio e stachiosio).

La maggior parte dello zucchero in casa proviene dalle barbabietole da zucchero o dalle canne da zucchero. In base alla sua produzione, forma, composizione e lavorazione, lo zucchero è conosciuto con diversi nomi:

Zuccheri (grezzi e raffinati).
Latte condensato zuccherato, zucchero a velo, zucchero semolato;
Tra questi lo zucchero di barbabietola, di palma e di canna;

Il valore nutrizionale di tutti questi prodotti non può essere messo in discussione. Zucchero o carboidrati non vengono eliminati in questo caso. Questa campagna non riguarda la riduzione delle calorie poiché l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) chiama lo zucchero aggiunto “zucchero gratuito”.

Oltre agli zuccheri liberi che sono naturalmente presenti nel miele, negli sciroppi e nei succhi, o agli zuccheri aggiunti ai nostri cibi e bevande da produttori, cuochi o consumatori, ci sono gli zuccheri semplici (monosaccaridi) e i disaccaridi.

Zucchero in grammi al giorno: quanti sono considerati sani?
[8] L’Italia consuma tre volte più zucchero di quanto suggeriscono le linee guida dell’OMS, nonostante consumi una media di 82,5 grammi al giorno:

Durante una giornata media, lo zucchero libero non dovrebbe superare il 10% dell’apporto energetico totale di una persona. Ciò equivale a circa 50 grammi o 12 cucchiaini di zucchero per un adulto e un bambino medi. [4]
L’OMS suggerisce di ridurre al 5% il livello attuale, ovvero circa 25 grammi di zucchero al giorno (6 cucchiaini da tè).

Torna alla homepage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.