Vai al contenuto

dieta per far tornare il ciclo

Esistono due categorie principali di amenorrea:

Non avendo mai avuto un ciclo in vita adulta, amenorrea primaria

Nelle donne che hanno avuto mestruazioni regolari ma hanno smesso di avere le mestruazioni per più di tre mesi, si tratta di amenorrea secondaria.

L’assenza di un ciclo mestruale può essere il risultato di molti fattori, comprese cause fisiologiche (gravidanza, allattamento, menopausa), ma ci sono altri motivi per essere amenorreici:

Un problema medico di base che può portare all’amenorrea primaria (come errori congeniti del sistema riproduttivo).

Anomalie cromosomiche (come la sindrome di Turner)

infertilità

Disturbi del metabolismo ormonale (sindrome dell’ovaio policistico, problemi alla tiroide)

Alcuni farmaci possono essere usati per trattare la depressione (antidepressivi, chemioterapia).

I sintomi dell’amenorrea ipotalamica (indotta da esercizio insolitamente intenso, gravi restrizioni dietetiche o significativa perdita di peso)

Perché alcune donne soffrono di amenorrea ipotalamica?

Un livello molto alto di stress può influenzare negativamente la produzione di ormoni sessuali in questo tipo di amenorrea. Quando sei stressato, le ghiandole surrenali producono cortisolo (ormone dello stress) e anche l’ipotalamo è interessato poiché le ghiandole surrenali sono collegate ad esso. Oltre ad influenzare negativamente la tiroide (ad esempio da una dieta squilibrata), la tiroide può anche interferire con la capacità dell’ipotalamo di stimolare le gonadi, che producono i tamponi.

Molti disturbi alimentari sono innescati da un consumo eccessivo di cibo, spesso in diete restrittive che portano a una significativa perdita di peso e, nei casi più gravi, a disturbi alimentari (come anoressia, bulimia, ecc. e disturbo da alimentazione incontrollata), con aggravamento dell’eccessiva attività fisica dagli effetti distruttivi sul corpo e sulla mente.

Ciò si traduce in un sistema endocrino che è influenzato negativamente dalla mancanza di nutrienti essenziali.

Diagnosi e trattamenti

Una causa specifica dell’assenza di cicli mestruali deve essere compresa prima di selezionare il trattamento appropriato. L’analisi genetica è necessaria per escludere possibili problemi (esami ginecologici, ecografie vaginali, addominali, ecc.), Seguiti da esami ematochimici inclusi dosaggi ormonali e isteroscopia, che diagnostica eventuali anomalie all’interno dell’utero.

Dopo che i risultati sono stati determinati, il medico curante determinerà se il trattamento farmacologico è appropriato.

Qual è la dieta migliore per l’amenorrea ipotiroidea?

L’amenorrea ipotalamica non è causata da una dieta specifica; piuttosto, la chiave è ristabilire un equilibrio e assicurarsi che la dieta sia calibrata per soddisfare le esigenze nutrizionali ed energetiche dell’individuo. Particolarmente:

Per correggere lo squilibrio ormonale in caso di peso corporeo troppo basso o DCA (disturbo del comportamento alimentare), un piano alimentare deve riportare gradualmente la persona a un peso sano (aumentando così le calorie, se necessario).

La perdita di peso non dovrebbe essere un obiettivo, anche se la persona è in sovrappeso (perché la perdita di peso non farà altro che esasperare la situazione): la perdita di peso dovrebbe essere presa in considerazione solo se assolutamente necessaria e dopo che il ciclo è stato nuovamente interrotto.

È essenziale che l’assunzione di carboidrati sia garantita (i carboidrati dovrebbero rappresentare circa il 55% dell’energia giornaliera, come raccomandato da LARN – The Minimum Nutrition and Energy Intake Guidance for Iberian People) perché le diete troppo povere di carboidrati possono influenzare negativamente il funzionamento della tiroide ghiandola (ipotiroidismo), che colpisce anche le strutture corporee correlate, compreso l’ipotalamo.

In questo caso è consigliabile scegliere di consumare ogni giorno cereali integrali anziché integrali poiché alcuni componenti (ossalati e fitati) presenti nei cereali integrali potrebbero ridurre ulteriormente l’assorbimento di minerali, aggravando eventuali carenze.

Nel caso dell’amenorrea ipotalamica, le proteine ​​di alta qualità dovrebbero essere assunte principalmente da fonti animali (uova, pesce, carne), con alcune fonti vegetali ma in quantità minori (legumi, tofu, tempeh).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.