Vai al contenuto

dieta fasting

Ma cosa si può dire delle diete a digiuno? È un miracolo dimagrante? L’hai già ripetuto tante volte? Ora che le vacanze sono finite, il digiuno è in pieno svolgimento.

Dopo gli eccessi del Natale, è importante rimettersi in carreggiata. Tenendo traccia della dieta del microbioma e della dieta del limone, è tempo di parlare di nutrizione. 6 milioni di persone in Inghilterra hanno partecipato al Dry January, un mese in cui la birra viene snobbata dopo un po’ di troppi drink alcolici (alcolici) durante il Boozy December.

L’altra campagna d’oltremanica è Veganuary, che consiste nel rendersi vegani per un mese per purificarsi dalle feste di Natale. Migliaia di persone hanno pubblicato la loro adesione a questa campagna su Instagram. A causa dell’astensione dai cibi che sento di aver esagerato in passato, ma anche dal digiuno, le mie abitudini alimentari sono cambiate quest’anno.

Digestione veloce del cibo

Quali sono i benefici del digiuno? La perdita di peso potrebbe essere ottenuta, infatti, attraverso il digiuno intermittente, che è veloce, facile ed efficace. Coloro che seguono una dieta a digiuno credono che il digiuno risveglierà il loro metabolismo in modo che, mangiando tra i pasti, i loro corpi consumerebbero le loro riserve di grasso per produrre energia.

Perdere peso con una dieta a digiuno è facile. Secondo questa dieta, chi è pigro non deve fare esercizio, né contare le calorie, ma deve solo seguire questo nuovo modo di mangiare per perdere peso.

Stanno emergendo una varietà di modi per seguire questa guida: alcune persone digiunano cinque giorni al mese, alcune mangiano fino alle cinque del pomeriggio, alcune si astengono dal mangiare un giorno alla settimana. Il digiuno è anche reso più piacevole con programmi ad hoc nelle terme, che si trovano in ambienti naturali.

Cosa succede quando le cose vanno bene?
I ricercatori di Science Translational Medicine hanno scoperto che finché un periodo di digiuno controllato dura 90 giorni, possono verificarsi cambiamenti significativi nel peso corporeo, nella massa grassa, nella circonferenza della vita, nella pressione sanguigna, nella glicemia, nel colesterolo e nell’infiammazione. Anche se non è una dieta per dimagrire, perderai comunque peso se la segui.

Riducendo i fattori di rischio e disattivando i geni dell’infiammazione e dell’invecchiamento, è possibile migliorare la salute e prevenire l’invecchiamento. Dovresti, tuttavia, consultare il tuo medico prima di digiunare, poiché il digiuno potrebbe essere controproducente in alcuni casi (come insufficienza cardiaca, insufficienza renale, disturbi alimentari, diabete).

Secondo te quale è più efficace?
Anche se la Dieta del Digiuno promette di essere un modo efficace per perdere peso, non prevede momenti di digiuno durante la giornata, che i nutrizionisti sconsigliano perché bloccano il metabolismo e possono portare a un’eccessiva fame per il pasto successivo. Nonostante il loro aspetto, non sono veloci.

Ad esempio, supponiamo di aver ridotto improvvisamente il nostro apporto calorico (a meno di 800) attraverso un “digiuno simulato”. Questo metodo simula gli effetti benefici stimolando i naturali meccanismi di guarigione dell’organismo senza privarlo dei micronutrienti essenziali. Tuttavia, devi scegliere una modalità che si adatti al tuo tipo di lavoro: se lavori a lungo, scegli una giornata magra a settimana.

Gli appuntamenti a cena con gli amici sono qualcosa che non vedi l’ora? La strategia del digiuno serale intermittente, che prevede di smettere di mangiare dopo le 17, è sconsigliata.

Qual è lo scopo?
I risultati sono stati incoraggianti, secondo gli scienziati. Le valutazioni periodiche sono una pratica eccellente che dovrebbe essere radicata nella cultura di un’organizzazione. Gli studi fino ad oggi suggeriscono che riduzioni caloriche regolari (tra il 30% e il 50%) aumentano l’aspettativa di vita e riducono il rischio di cancro.

Né glicemia alta né l’infiammazione possono portare alla proliferazione delle cellule tumorali, tuttavia, il digiuno riduce questi due fattori. Malattie croniche come l’Alzheimer, il diabete e le malattie autoimmuni hanno meno probabilità di svilupparsi a causa di una dieta sana per il cuore.

Il digiuno può essere realizzato in tre modi diversi:

Ogni settimana c’è un giorno magro
Ogni settimana, digiuna per un giorno (e ricordati di bere molta acqua). Dovremmo programmarlo di venerdì poiché gli studi hanno dimostrato che è più probabile che accettiamo un sacrificio nel fine settimana.

Cambiare il tuo schema alimentare (saltando la cena a intermittenza)
Il digiuno intermittente è così chiamato poiché tutta la nutrizione è concentrata in 8-10 ore (senza eccedere, altrimenti il ​​metodo non funziona). Ad esempio, digiuni per sette giorni fino al 17 e poi fino al 18, il che significa sostanzialmente che salti la cena.

Dieta che imita un digiuno (5 giorni)
Nello studio del digiuno, è noto per essere il protocollo più famoso ideato da Valter Longo, professore alla University of Southern California. Segui una rigorosa dieta ipocalorica per 5 giorni una volta all’anno (diversi pasti al giorno sotto le 800 calorie, più uno spuntino) o segui una dieta meno severa per 3 mesi consecutivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.