Vai al contenuto

dieta e ciclo

Le mestruazioni insolitamente irregolari possono essere un segno di disturbi psicologici o fisici che mettono a rischio il benessere di una donna. Tradizionalmente, le disfunzioni osservate nelle donne includono l’oligomenorrea, quando il ciclo è ritardato, l’amenorrea, quando i periodi mestruali sono prolungati e la dismenorrea, quando i sintomi sono invalidanti.

Alterazioni degli ormoni e patologie possono portare a periodi irregolari, ma possono anche essere il risultato di fattori legati allo stile di vita, come la dieta. Una dieta equilibrata favorisce la prevenzione e/o la riduzione dei sintomi associati alla sindrome premestruale e al ciclo mestruale.

Le vitamine e la loro importanza
Incorporare le vitamine del gruppo B nella dieta durante le mestruazioni è importante per stimolare la produzione di globuli rossi da parte dell’organismo. Oltre alla B6 che si trova nei cereali e nei fagioli, le noci del Brasile contengono le vitamine B1 e B12 che si trovano nei legumi, lievito di birra, manzo, coniglio e uova.

Evita questi cibi
Per prevenire l’ostruzione del flusso sanguigno, dovresti evitare cibi come melone, fragole, caffè e alcol, nonché verdure come i funghi che hanno un alto contenuto di zucchero. È inoltre necessario evitare tutti gli alimenti ricchi di sale per prevenire la ritenzione idrica.

Aumentare le fibre e bere finocchio, sedano e tisane sono i modi migliori per migliorare il drenaggio linfatico e mantenere regolare il movimento intestinale.

Dieta per la dismenorrea
È caratterizzato da crampi addominali, mal di testa, affaticamento e sbalzi d’umore durante il ciclo mestruale di una donna. La dismenorrea ha una combinazione di varie cause, comprese le anomalie uterine, una premessa predisposta e persino lo stress, che possono ridurre la produzione delle betaendorfine analgesiche.

Invece della fame, la giusta selezione di cibo potrebbe essere un toccasana, tra cui barbabietole, noci, legumi, come ceci e fagioli, e cereali integrali, che sono ricchi di ferro e magnesio.

I carboidrati come il pane e la pasta possono anche ridurre il disagio causato da sintomi dolorosi poiché calmano il sistema nervoso.

Pertanto, dieta e ciclo mestruale sono strettamente collegati: migliore è una dieta equilibrata e corretta, maggiori sono le possibilità di controllare le irregolarità mestruali. Oltre a fornire indicazioni nutrizionali, un dietologo lavorerà con il tuo ginecologo per sviluppare un piano di trattamento che tenga conto delle tue caratteristiche fisiche uniche e delle tue abitudini alimentari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.