Vai al contenuto

Dieta Alcalina Menu Esempio: 7 giorni per ridurre peso

Una dieta ad alto contenuto alcalino volta a migliorare la salute e a combattere l’obesità. Scopri il piano alimentare di 7 giorni e come funziona.

In realtà, la dieta alcalina consiste nel dividere il cibo in categorie alcaline o acide, utilizzando la scala del pH per stabilire cosa denota quale tipo di cibo, su una scala da 0-14. Gli alimenti inferiori a 7 hanno una natura acida, mentre gli alimenti superiori a 7 hanno una natura alcalina.

Di conseguenza, crediamo che i nostri corpi producano acidi quando consumiamo determinati alimenti, come carne, grano, zucchero raffinato e alimenti trasformati.

Il consumo di zuccheri e grassi aumenta l’acidità del sangue e quindi favorisce l’infiammazione all’interno del nostro corpo. Di conseguenza, il corpo tenta di ripristinare il corretto valore di pH di 7,4 filtrando i minerali dalle ossa e dagli organi.

Uno strumento potente che abbiamo per prevenire e combattere alcune malattie, come il cancro, sarebbe quello di servire cibi alcalini invece di quelli acidi.

In conclusione, è molto difficile generalizzare i risultati di questa dieta, poiché non l’intera comunità medica sostiene la teoria dell’alcalinità.

Sebbene molti individui che hanno provato questo stile alimentare lo ritengano uno strumento utile per godere di buona salute e possa anche aiutarli a guadagnare energia, va precisato che molte persone che lo hanno provato sono in realtà convinte della sua efficacia.

Un menù settimanale di cibi alcalini
Una dieta alcalina può essere caratterizzata principalmente da alimenti di origine vegetale (anche se non tutti sono alcalinizzanti, un esempio potrebbe essere il grano e altri cereali considerati acidi).

Il giusto rapporto giornaliero è quello che ci vede introdurre nella nostra dieta l’80% di cibi alcalini e il 20% di cibi acidi. In questo modo, possiamo rimanere sani senza eliminare completamente i cibi acidi dalla nostra dieta.

GIORNO 1
Colazione: Latte di frutta e verdura con quinoa
Spuntino: frutta di stagione
Pranzo: un’insalata mista con pistacchi, cetrioli, avocado e una manciata di lattuga tritata
Spuntino: noci o frutta secca tostate
Cena: fagioli neri avvolti nella pancetta con olio extra vergine di oliva e peperoni rossi a cubetti

GIORNO 2
Colazione: muesli con frutta fresca e latte vegetale
Spuntino: 1 frutto
Pranzo: Fagioli bianchi e avocado avvolti in lattuga con cipolle rosse
Spuntino: semi di zucca al gusto di pomodoro
Di solito ci piace il pesce arrosto con peperoni rossi o cavoletti di Bruxelles (a seconda della stagione). Olio d’oliva e aceto di mele conditi su un’insalata di cetrioli.

Una copertura a base di frutta secca
GIORNO 3
Colazione: frullato di pompelmo
Spuntino: Yogurt Mango
Pranzo: Noodles o verdure con riso
Spuntino: albicocche secche
Cena: spaghetti al pesto e cavolo nero

GIORNO 4
Colazione: pane tostato e burro di mandorle con fiocchi d’avena
Spuntino: una banana
Pranzo: insalata di avocado con broccoli e cavoli tritati, conditi con un condimento per insalata di olio di semi misti e limone
Spuntino: una mandorla
Cena: barbabietole e patate dolci con pollo arrosto per cena

GIORNO 5
Colazione: frullati
Spuntino: un frutto
Pranzo: quinoa e verdure
Spuntino: un paio di date
Cena: scaglie di mandorle e risotto ai funghi

GIORNO 6
Colazione: budino con semi di chia
Spuntino: mezza tazza di mirtilli
Pranzo: zuppa di miso con tofu fermentato
Spuntino: noci di macadamia
Cena: salmone con verdure arrosto

GIORNO 7
Colazione: porridge con avena e frutti di bosco
Spuntino: frutta fresca di stagione
Pranzo: insalata di quinoa
Spuntino: una manciata di frutta secca a scelta
Cena: zuppa di zucca

Diete alcaline

Una dieta ricca di elementi alcalini offre i seguenti vantaggi:

Puoi raggiungere questo obiettivo seguendo una dieta ricca di vitamine e minerali che ti permetterà di vedere un aumento di energia in breve tempo, così potrai goderti le diverse attività che svolgi ogni giorno con più energia.

Questa dieta è consigliata a coloro che credono che faccia bene alla salute, soprattutto nel trattamento dell’artrite e delle infiammazioni.

La perdita di peso è possibile con questa dieta, che punta principalmente su cibi di origine vegetale, evitando i grassi animali, e riduce l’apporto calorico

Torna alla homepage

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.